7 trucchi usati dai venditori disonesti

Quante volte ti è capitato di pronunciare la fatica frase “Ho fatto davvero un affare” o ancora “Io di auto me ne intendo e nessuno può imbrogliarmi”. Le ultime parole famose.

 

Poco più tardi, con la coda tra le gambe, ti ritrovi a pentirti dell’acquisto effettuato dovendo constatare la truffa ricevuta. Per non essere l’infelice proprietario di un’auto più vicina alla rottamazione che alla circolazione, presta dunque molta attenzione a ciò che compri e ricorda che non è tutto oro quel che luccica.

 

Rivolgersi a professionisti qualificati è sempre la soluzione migliore. Una realtà che in poco tempo ha saputo distinguersi facendo la differenza nel settore automotive è senza dubbio Das WeltAuto. Questo affermato gruppo è in grado di offrire al cliente una serie di servizi esclusivi, permuta dell’usato, test drive, check up gratuito, garanzia variabile da 12 a 24 mesi, finanziamento o leasing, assistenza stradale H24, vettura sostitutiva e tanto altro ancora. Sul loro portale potrete trovare auto di tutte le categorie e brand, veicoli sicuri perché controllati scrupolosamente più di 100 volte e dotati di un’assistenza post-vendita pari al nuovo.

 

In questa breve guida ti daremo alcuni preziosi suggerimenti aiutandoti a capire cosa controllare prima di firmare il contratto di compravendita. 

1 - Chilometraggio auto

Fate molta attenzione al chilometraggio dell’auto prima dell’acquisto. Manomettere il tachimetro delle auto per renderle più appetibili è una pratica ancora molto in voga. Una vettura con diversi anni sulle spalle e con un chilometraggio molto basso dovrebbe già suscitarvi delle domande e delle probabili resistenze all’acquisto. Cercate di capire se i pochi chilometri percorsi hanno una reale giustificazione e, se possibile, chiedete al venditore di mostrarvi il libretto con lo storico della vettura. È importante sottolineare che manomettere il contachilometri è una truffa e le conseguenze sono penali in quanto il venditore trae un vantaggio economico illecito dalla vendita mettendo a rischio l’incolumità dell’ignaro compratore. 

2 - Sostituzione delle parti più usurate

Sostituire i pezzi della vettura più soggetti a usura per farla sembrare più fresca e meno logorata dal tempo, è ancora un espediente molto usato tra i professionisti dell’illecito. Parti come volante, pomello del cambio e pedaliera sono quindi i primi ad essere sostituiti per ingannare l’occhio del potenziale acquirente. Oltre a questo, i truffatori più esperti possono anche decidere di dare una rinfrescata al vano motore. Osservare un motore lucido e splendente può trarre in inganno facendovi distrarre dalle reali problematiche della vettura. Altri escamotage per ringiovanire l’auto sono la verniciatura delle plastiche interne e addirittura la sostituzione dell'intero abitacolo.  

3 - Lasciare lievi danni per giustificare un prezzo molto basso

Il venditore dichiara la presenza alcuni piccoli difetti o danni di lieve entità per giustificare un prezzo stranamente basso. Può, ad esempio, mostrare un piccolo segno sul paraurti, una lampadina bruciata o qualche altro danno di cui difficilmente si sarebbe reso conto l’acquirente. Tutta questa sincerità altro non è che un cinico tentativo messo in atto dal commerciante per coprire guasti ben più gravi. 

4 - Manomissione spie luminose che segnalano guasti

Mettere in vendita una vettura con gli indicatori di guasto dell'airbag o dell'ABS scoraggerebbe dall’acquisto qualunque potenziale acquirente. Il commerciante disonesto è pienamente consapevole che nascondere i difetti non aiuterà a molto, perché dopo poco tempo le spie che segnalano il guasto torneranno ad accedersi. Tuttavia la riparazione totale del guasto comporterebbe una spesa troppo onerosa per lui, quindi potrebbe mettere in atto comunque questo espediente sperando che il problema si ripresenti solo dopo aver venduto la vettura. Per evitare questi spiacevoli episodi, ti consigliamo di testare l’auto senza fretta e anche a più riprese per verificare la completa assenza di anomalie. Ricordati che la fretta non è mai una buona consigliera. 

5 - Mostrare la vettura in condizioni climatiche avverse

Un modo particolarmente efficace per nascondere la presenza di eventuali difetti consiste nel creare condizioni che rendano difficile la valutazione dell'auto in vendita. Potremo quindi essere invitati a visionare la vettura solo in tarda serata. Complice l’oscurità, sarà più facile per il venditore nascondere difetti come vernice scrostata, graffi nonché fuoriuscite di petrolio. Rifiutarsi di portare l’auto alla Casa madre per un’ispezione più approfondita prima dell’acquisto rappresenta un chiaro segno di truffa che il venditore sta cercando di perpetrare a vostro discapito. 

6 - Sottovalutazioni

Un motore diverso rispetto alla descrizione? Ruggine sulla carrozzeria che non è stata menzionata nell'annuncio? Impianto gas che presenta delle anomalie? Un commerciante disonesto spesso è reticente a elencare in prima battuta i difetti dell’auto, consapevole che la comunicazione preventiva al potenziale acquirente potrebbe mandare a monte la trattativa. Un cliente che percorre molti chilometri per acquistare un'auto, inoltre, tenderà ad accettare più facilmente le cattive notizie durante l'ispezione della stessa e si dimostrerà più ben disposto a chiudere un occhio pur di finalizzare l’acquisto.

7 - Sostituzioni di componenti

Accattivanti cerchi in lega, pneumatici nuovi di zecca e optional di alta qualità: tutto questo può rivelarsi solo un abile trucco messo in scena del venditore. Capita spesso che alcuni accessori vengano inseriti nell’auto usata solo il tempo necessario per effettuare l’ispezione o per scattare le tradizionali foto pubblicitarie. Dopo l'acquisto, improvvisamente, scopriamo che abbiamo portato a casa una vettura con pneumatici usurati, cerchi più piccoli e una batteria non proprio immacolata.

 

 

In questa guida vi abbiamo illustrato solo alcuni dei trucchi più usati dai truffatori. Naturalmente la loro portata è molto più ampia. Non potendovi proteggere da tutto e tutti, il consiglio che vi possiamo dare è quello di evitare infinite discussioni con il truffatore di turno. Rivolgetevi, piuttosto, a commercianti più seri e affidabili.