Pneumatici invernali : Quando montarli per non incorrere in sanzioni

Pneumatici invernali… questi sconosciuti. Pensavate di non averne bisogno solo perché abitate in città o perché non avete mai sentito l’impellente desiderio di fare un bel giro sulle piste da sci con la vostra city car?

Bene, sappiate che le cose non stanno proprio così. Ogni anno, con l’arrivo dell’inverno, scatta l’obbligo dell’utilizzo delle gomme invernali, valida alternativa alle catene da neve. Un’apposita normativa detta le disposizioni in merito e, qualora decideste di non montare gli pneumatici invernali nei termini previsti dalla Legge, potreste incorrere in sanzioni anche molto pesanti.

È stato l’art. 6 del C.d.S, introdotto dalla legge 120 del 2010, ad aver introdotto l’obbligo di montare gomme invernali su vetture e mezzi pesanti. Va sottolineato che spetta comunque agli Enti che hanno in gestione le singole tratte stradali a decidere se rendere valido o meno questo obbligo.

In linea generale, in Italia il vincolo scatta il 15 novembre di ogni anno, per protrarsi fino al successivo 15 aprile. L’obbligo interessa quelle regioni caratterizzate da un clima particolarmente rigido e, alcune zone di montagna, possono anche usufruire di deroghe speciali che permettono agli automobilisti di anticipare il montaggio di questa tipologia di gomme. Superato il termine del 15 aprile, non esistono regole che impongono il montaggio di gomme estive. Questo a patto che i primi presentino un indice di velocità almeno uguale a quello segnalato sulla carta di circolazione del veicolo. Nel caso di velocità inferiore, dal giorno successivo alla scadenza il guidatore ha un mese di tempo  per provvedere alla sostituzione.

Se state pensando di acquistare una vettura usata nei periodi più freddi dell’anno, è fondamentale che vi rivolgiate a professionisti capaci di offrirvi vetture perfettamente messe a punto per affrontare al meglio anche le stagioni più fredde. Sul Das WeltAuto potrai trovare vetture sicure perché sottoposte a minuziosi controlli prima della vendita. Solo nel caso in cui l’auto superi gli oltre 110 controlli dello staff tecnico specializzato, otterrà il marchio di garanzia Das WeltAuto, simbolo che certifica l’acquisto di una vettura affidabile in tutte le sue parti.

Quindi meglio non rischiare. In questa breve guida ti daremo alcuni consigli utili per affrontare le stagioni più fredde in tutta sicurezza a bordo della tua vettura. 

La marcatura degli pneumatici invernali

Se avete in programma di acquistare un treno di pneumatici da neve considerate che dovranno riportare sul fianco il simbolo gomme invernali “M+S” (Mud & Snow) oppure, in alternativa, potreste trovare la dicitura MS, M/S, M-S o M&S. Le diciture “all weather”, “da neve”, “all season”, “termiche” o “invernali” non hanno invece alcuna validità e possono provocare sanzioni in caso di controllo. Le gomme invernali più affidabili sono quelle che, in aggiunta alla scritta “M+S”, presentano il simbolo di una montagna e un fiocco di neve. 

Codice di velocità degli pneumatici invernali: dove si trova?

Un aspetto fondamentale da considerare quando si parla di gomme da neve è il codice di velocità, cioè la velocità massima che il dispositivo è in grado di tollerare. I codici, espressi in lettere, sono: Q (velocità massima consentita 160 km/h), R (massimo 170 km/h), S (massimo 180 km/h), T (massimo 190 km/h), H (massimo 210 km/h), V (massimo 240 km/h), ZR (velocità consentita superiore ai 240 km/h). 

Principali vantaggi degli pneumatici invernali

Tra i molti punti di forza degli pneumatici invernali, va sicuramente sottolineata l’ottima resa sui fondi stradali innevati e ghiacciati. I costruttori sono soliti indicare a 7°C la temperatura sotto la quale tale tipologia di gomme offre il meglio di sé. L’efficacia di queste gomme è dovuta alla speciale mescola di cui godono. L’elevata presenza di silice permette alle gomme di scaldarsi velocemente anche a temperature molto rigide. Delle speciali lamelle durante il rotolamento si flettono fino a toccarsi tra loro, riuscendo a provocare un aumento della temperatura.

Pneumatici chiodati: quando si usano?

Chi non ha avuto modo di acquistare un set di pneumatici invernali, per non incorrere in sanzioni può comunque decidere di tenere a bordo della propria auto delle catene da neve. Per quanto riguarda invece le gomme chiodate, sono previste da una vecchia ordinanza risalente al 1966. Il loro utilizzo è consentito  ancora oggi solamente in zone di alta montagna, in determinati periodi dell’anno e rispettando certe velocità. Sono vietate nei tratti autostradali.

Le sanzioni per chi non rispetta la normativa

Chiunque venga scoperto a circolare senza gomme da neve nel periodo e nelle zone in cui è obbligatorio averle, è punibile con una sanzione pecuniaria, variabile a seconda del tipo di strada percorsa. Le sanzioni scattano superati i 30 giorni dall’entrata in vigore dell’obbligo. Ancora più pesanti sono le multe a quanti montano pneumatici invernali con codice inferiore alle indicazioni del libretto scaduto il periodo di obbligatorietà. In alcuni casi, può anche scattare il ritiro del libretto di circolazione.