Primo piano di auto Volkswagen in marcia

Tasso alcolemico alla guida

Secondo una ricerca ISTAT nel 2019 si sono registrati più di 200.000 incidenti in Italia, il 39% di quest’ultimi sono dovuti alla distrazione al volante, ma c’è un dato che risulta particolarmente preoccupante: gli incidenti dovuti all’abuso di alcol sono circa il 9% degli incidenti totali. Ecco perché sono così importanti le informazioni sul tasso alcolemico per guidare.

Perché la guida in stato di ebrezza è pericolosa

Il livello di alcolemia (ovvero la concentrazione di alcol nel sangue) dovrebbe essere sempre a zero quando si intende mettersi alla guida, questo perché l’alcol:

  • Raddoppia il tempo di frenata;
  • Distorce la nostra percezione di distanze di sicurezza e di una velocità adeguata;
  • Riduce il campo visivo e nello specifico quello laterale.

Qual è il limite del tasso alcolemico?

La legge impone a chi guida un veicolo per lavoro, ai neopatentati e ai minori di 21 anni di mantenere il livello di alcol nel sangue pari a zero grammi per litro quando si è al volante.

Come si legge sul sito del Ministero della Salute, i limiti e le sanzioni variano in base all’età e al livello di alcolemia rilevato nel guidatore.

Per i minori di 18 anni alla guida di motorini o minicar:

  • Se viene rilevato un tasso alcolemico fra lo 0 e i 0,5 g/l il conducente non potrà conseguire la patente di guida fino ai 19 anni di età;
  • Se il tasso alcolemico supera lo 0,5 g/l il conducente dovrà aspettare il ventunesimo anno d’età per conseguire la patente.

Per i minori di 21 anni, per chi è in possesso della patente da meno di tre anni e per chi per professione guida veicoli con massa a pieno carico superiore alle 3,5 tonnellate:

  • Con un tasso alcolemico non superiore ai 0.5 g/l è prevista una sanzione amministrativa che varia dai 155 ai 624 euro;
  • Per i tassi da 0,5 a 0.8 g/l la sanzione può arrivare fino ai 2000 euro, in aggiunta alla sospensione della patente per un periodo che va dai 3 ai 6 mesi;
  • Se viene registrato un tasso alcolemico da 0,8 a 1,5 g/l si arriva a una multa fino ai 3200 euro, l’arresto dai 3 mesi fino a un anno e la sospensione della patente da sei mesi fino a un anno;
  • Per chi supera il tasso alcolemico di 1,5 g/l è prevista la reclusione fino a un anno, una sanzione che può arrivare fino ai 6.000 euro, la sospensione della patente fino a due anni, con l’aggravante che, nel caso il conducente sia alla guida di un veicolo che non è di sua proprietà, questa sanzione può essere raddoppiata; infine se il guidatore provoca un incidente stradale, tutte le sanzioni precedenti vengono raddoppiate e viene disposto il fermo amministrativo del veicolo di 180 giorni tranne nel caso in cui quest’ultimo non sia di proprietà del guidatore.

Se sei in cerca di altre informazioni leggi i nostri articoli su Das WeltAuto per restare sempre aggiornato sul mondo dell’automotive.